Villa Fogazzaro Roi – lago di Lugano

Villa Fogazzaro Roi sul lago di Lugano

Villa Fogazzaro Roi foto giorgio majno

Villa Fogazzaro Roi si trova sulle sponde del lago di Lugano, nel comune italiano di Oria Valsolda. Un tempo di proprietà dello scrittore Antonio Fogazzaro, autore di numerosi tra cui si ricorda il più celebre: “piccolo mondo antico” considerato il suo capolavoro e quarto dei suoi romanzi; ne seguiranno altri tre, con il seguito della vicenda: Piccolo mondo moderno, Il santo, Leila. La villa offre oggi una testimonianza della vita della famiglia Fogazzaro negli anni di fine ‘800 e inizio del ‘900, con mobili, arredi, fotografie e oggettistica appartenute allo scrittore e ai suoi cari. Antonio Fogazzaro era molto legato a questa casa, ridefinendola un luogo dell’anima e ambientandovi gran parte dei suoi maggiori successi letterari, scritte durante i soggiorni estivi sul lago di Lugano.

Villa Fogazzaro Roi – la storia

La villa era in principio di proprietà della parrocchia di San Sebastiano e soltanto intorno alla seconda metà dell’Ottocento divenne di proprietà dei Barrera, famiglia a cui apparteneva la madre di Antonio, Teresa Barrera. Fu nel 1848 che lo scrittore decise di trasferirvisi, accolto dallo zio materno Pietro, per allontanarsi dal Veneto, la sua regione natia, all’epoca ancora oppressa dal dominio austriaco. Nel 1900 la proprietà passò poi alla famiglia Fogazzaro, imparentatasi nel 1888 con i marchesi Roi, stimati imprenditori originari di Vicenza.

Villa Fogazzaro Roi – tra saloni e giardini

Visitando la villa ci si accorge subito che essa è composta dall’unione di più fabbricati, costruiti attorno ad una struttura originaria risalente al XVI secolo, di cui oggi è possibile ammirare il giardino pensile sul retro. Gli interni si compongono invee di un notevole numero di stanze, destinate all’accoglienza di ospiti, che ci rendono chiara testimonianza della grande vitalità che regnava nella villa all’epoca di Fogazzaro, soprattutto durante la bella stagione grazie al continuo andirivieni di amici e conoscenti della famiglia.

Nel 1960 il marchese Giuseppe Roi, detto Boso, pronipote di Fogazzaro, ricevette in eredità dallo zio paterno Antonio la Villa di Oria Valsolda, divenendo unico custode delle memorie ivi conservate. Fu lui a compiere i lavori di ristrutturazione e ammodernamento, permettendo di riportare molti arredi e cimeli nella villa e ridandole così il suo carattere autentico. I lavori di restauro videro anche la costruzione di una nuova area della casa, dove il marchese creò la sala da pranzo, il suo studio e la sua camera da letto. La modernizzazione toccò anche i piani superiori della villa: camere da letto e salottini divennero così più confortevoli per meglio accogliere gli ospiti. Tra queste spicca per importanza la camera dello scrittore Antonio Fogazzaro, dove è tutt’ora conservato il suo letto originale in legno.

Villa Fogazzaro roi giorgio_majno09

Il marchese Roi era un uomo gentile, con un grande amore per l’arte e una particolare affezione per la sua città natale, Vicenza, dove fu protagonista nello sviluppo di diverse iniziative culturali. Restò però sempre molto attaccato a Villa Fogazzaro Roi, anche conosciuta come Villa di Oria, così decise di affidarla al FAI nel 2009, permettendo che venisse aperta al pubblico.

Villa Fogazzaro Roi – una visita alla Villa di Oria

Le stanze principali della villa sono la piccola biblioteca, un tempo usata come sala da pranzo e dove oggi sono conservati numerosi volumi appartenenti a Fogazzaro e al marchese Roi; la stanza dell’Alcova, dove è stato ricostruito lo studio dello scrittore e il Salone Siberia, considerato il cuore della casa e chiamato in questo modo a causa della difficoltà nel tenerlo caldo vista la vicinanza con la Loggia, completamente aperta sul lago.

Maggiori informazioni riguardo alla Villa Fogazzaro Roi:

Villa Fogazzaro Roi
Oria, Valsolda (Como)
Tel. 335-7275054 – Fax 02 467615269
E-mail: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *